Centinaia di imprese cooperative si sono collegate al Digital Day, evento online che questa mattina ha sancito l’avvio della partnership della Fondazione PICO, Digital Innovation Hub di Legacoop nazionale, con Cefriel, centro di innovazione digitale. Nella stessa occasione hanno preso inizio ufficialmente i servizi e le attività di PICO Lombardia, nuovo nodo territoriale della Fondazione, che si rivolge a una platea di oltre 900 cooperative nella regione.

“La nostra idea è di arrivare in tutto il territorio nazionale, per questo ci stiamo dotando di una rete capillare”, spiega Giancarlo Ferrari, presidente della Fondazione. “Oltre a PICO Lombardia, abbiamo già inaugurato una sede in Sicilia, mentre a gennaio apriremo in Emilia Romagna, Marche, Veneto, Liguria, Abruzzo e Molise e presto nel resto del Paese; intendiamo offrire alle imprese - di ogni settore e dimensione - le pari opportunità permesse dal digitale, che toglie il grande limite della distanza geografica”. “Vogliamo affermare anche nel mondo digitale le ragioni della cooperazione. Pensiamo ad esempio alle piattaforme cooperative, in cui gli utenti sono proprietari dei propri dati e hanno la possibilità di esercitare i propri diritti anche in rete”. In
materia di piattaforme cooperative nel corso del Digital Day Enzo Risso, Direttore Scientifico di Ipsos, ha evidenziato come dai dati raccolti dal centro di ricerca, risulti che quasi il 50% degli italiani sarebbe interessato ad aderire a piattaforme online cooperative.

Il nostro obiettivo - aggiunge Ferrari - “è aiutare il mondo della cooperazione a gestire la trasformazione digitale, a partire dalle oltre 10mila imprese associate a Legacoop”. “Per farlo, puntiamo sulle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie, e quindi sui pacchetti che la Fondazione PICO offre: servizi di assessment frutto della partnership nazionale con Unioncamere, oltre a servizi proprietari di PICO per una valutazione della maturità digitale più approfondita”. Inoltre, spiega il Presidente, “stiamo lavorando a servizi di supporto per garantire l’alfabetizzazione sulle novità tecnologiche, per avviare percorsi di trasformazione digitale e per tradurre i bisogni delle imprese in progetti concreti; tra i nostri servizi, realizzati tramite partner d’eccezione, vi
è anche un servizio per supportare le cooperative nel reperimento di finanziamenti, tramite la ricerca dei bandi e l’affiancamento per la compilazione della domanda”.

“Sulla transizione digitale forse siamo in ritardo come Paese, ma non per quanto riguarda la cooperazione”, dichiara Mauro Lusetti, Presidente di Legacoop Nazionale intervenuto nel corso dei lavori al Digital Day. “La giornata di oggi testimonia il lavoro e risultati che Legacoop - attraverso la Fondazione PICO e le importanti relazioni di altissima qualità con Cefriel, Unioncamere e altri partner della Fondazione - sta svolgendo per rendere concreto il tema della sostenibilità verso le nostre cooperative, e le cooperative verso il mercato. Il mondo cooperativo è in linea con la transizione digitale, entro il 2021 tutte le regioni avranno una sede PICO, e quindi un punto di riferimento per innovare le imprese e formare i lavoratori”.

“Il digitale cambia l’impresa perchè fa ragionare non più solo su come realizzare prodotti e servizi”, conclude il Presidente PICO Giancarlo Ferrari rivolgendosi direttamente alle imprese, “il digitale ci permette di ragionare su cosa produrre in futuro, per competere”.

Tag: Lombardia Pico Coop